Rassegna Teatrale Regionale Skené Scuola: archiviata la seconda edizione al De Rosa di Frattamaggiore

Un plauso speciale agli alunni del IV circolo didattico Marconi di Frattamaggiore con il loro “#piuvitasocialemenosocial”

La scorsa settimana, presso il Teatro De Rosa di Frattamaggiore, la seconda edizione della Rassegna Teatrale Regionale Skené Scuola. Quest’anno edizione “slim”, articolata in un’unica giornata, per via di lavori di ristrutturazione che hanno coinvolto la struttura e l’hanno tenuta inagibile a lungo.
La rassegna, ideata e diretta sotto il profilo artistico dalla scrittrice Annamaria Marino, sotto quello tecnico da Raffaella De Rosa e sotto quello gestionale dall’amministratrice p.t. del teatro, Loredana De Rosa, ha coinvolto diverse scuole del territorio sulla tematica “ieri, oggi e/o domani”. Tutto nelle mani di tre donne energiche e instancabili che, con grande passione, si dedicano alla promozione dell’arte del teatro tra i giovani del territorio. Lo scopo della Rassegna Skené Scuola, infatti, patrocinata moralmente dal Miur e dalla Regione Campania, è quello di avvicinare i giovani al Teatro, spesso messo in disparte dalla didattica scolastica, nonostante i benefici che tale attività possa produrre. Infatti, la memorizzazione del ruolo da interpretare, la cooperazione del gruppo per la messa in scena del lavoro e il superamento di piccoli limiti, quali la timidezza o l’insicurezza, portano visibili miglioramenti sia in ambito scolastico, sia nella vita quotidiana. Purtroppo, avendo dovuto snellire il più possibile l’evento, quest’anno è stato glissato l’invito di diverse scuole, scegliendo di far esibire soltanto quelle con tematiche particolarmente forti e coinvolgenti. Si è aggiudicato, in modo indiscusso, il primo premio la scuola primaria dell’I.C. “Matteotti-Cirillo” di Grumo Nevano, D.S. Dott.ssa Giuseppina Nugnes, con la divertentissima opera “La storia: ieri-oggi-domani” di Maria Puca; l’ambito premio della “critica”, dedicato al Prefetto-artista Pino Giordano venuto a mancare quest’anno, all’I.C. III-Genoino di Frattamaggiore, D.S. dott.ssa Ersilia Ambrosino, con “Mozart, da sconosciuto ad amico”; il premio “migliore interpretazione” al Liceo Classico Durante di Frattamaggiore, D.S. Dott. Giuseppe Capasso, con “Mars Aniello”; il Premio “Messaggio” all’I.C. De Curtis-Ungaretti di Ercolano, D.S. Dott.ssa Fabiana Esposito, con il toccante racconto di vita “Quando è difficile essere ragazzi” incentrata sul bullismo; il Premio “Migliore sceneggiatura” è stato assegnato al C.D. Pascoli di Grumo Nevano, D.S. Dott. Osvaldo Tessitore, che ha portato in scena l’opera di Mariagrazia Cristiano “Gennarius, l’olimpossibile figlio di Zeus”; il premio “Migliori coreografie” è stato assegnato all’ITI MEDI di San Giorgio a Cremano, D.S. Dott.ssa Annunziata Muto, con “La strada giusta”. Attestati di partecipazione all’I.S. “Moscati” di S.Antimo, all’istituto Ascalesi di Napoli, al Liceo di Scienze Umane “Durante” e alla sezione medie dell’I.C. Matteotti-Cirillo, per aver presentato opere più che valide e ben strutturate, attinenti alla tematica di quest’anno.
Un plauso speciale agli alunni della IV F del IV C.D. Marconi di Frattamaggiore, D.S. Dott.ssa Angela Vitale, accompagnati dalle insegnanti che hanno curato il lavoro, Anna Pezzullo, Antonella Fioraliso Anna Perrino, Giuseppina Pezzella e Angela Vetere, per aver magistralmente portato in scena un’opera fuori concorso sull’uso sfrenato della tecnologia, intitolata “#piuvitasocialemenosocial” di Annamaria Marino, direttrice artistica della rassegna.
A giudicare i lavori portati in scena dalle scolaresche, un cast di giurati d’eccellenza, esperti del settore e personaggi che si sono prodigati per la profusione della cultura nel nostro territorio: Costanza Del Piano, sceneggiatrice, che cura i laboratori di teatro classico napoletano presso il teatro De Rosa; Antonietta Del Prete, attrice teatrale professionista che fa parte di compagnie di scuola-teatro, nonché collaboratrice dei laboratori teatrali di classico napoletano e di teatro contemporaneo del Teatro De Rosa; Imma Pezzullo, vicepresidente dell’Istituto di Studi Atellani, tra le più prestigiose associazioni culturali della zona, che si propone di riscoprire e custodire la cultura e le tradizioni territoriali; Lorenzo Fiorito, docente alle università Suor Orsola Benincasa e critico di lirica al Teatro San Carlo di Napoli. Presenti in sala, anche il vicesindaco di Frattamaggiore, Pina Maisto e l’assessore alla cultura di Grumo Nevano, Rosa Bencivenga.
A presentare la rassegna il giovane attore frattese Umberto Del Prete, che ha omaggiato con divertenti performance il grande Totò, del quale quest’anno ricorre il cinquantennale dalla morte. Accanto a Del Prete, la brava e professionale Angelica Argentiere, già presente nella prima edizione di Skené Scuola.
A fine rassegna i ringraziamenti e i saluti di Annamaria Marino e di Loredana e Raffaella De Rosa ai D.S. e a tutti i docenti che hanno creduto nel progetto Skené Scuola e, dunque, vi hanno partecipato con tanto entusiasmo, con l’augurio di ritrovarsi tutti, l’anno prossimo, ancora una volta sul palco del De Rosa con un’edizione ancora più curata e articolata.

Condividi su