Frattamaggiore. Canapicoltura, a 20 anni dal “felice ritorno”. Il busto di Sosio Capasso torna al suo posto

Una di quelle mattinate da ricordare per la città di Frattamaggiore. Nella sala consiliare infatti si è tenuto un convegno sul ventesimo anniversario del ritorno della canapicoltura in Italia che si è chiuso con il riposizionamento del busto del Preside Sosio Capasso, in piazza Riscatto.

Il convegno dal titolo Canapicoltura, a 20 anni dal “felice ritorno” – Storia, Protagonisti e Prospettive, è stato presieduto dal Sindaco Marco Antonio Del Prete e del Vicesindaco Giuseppina Maisto e ha visto gli interventi di Francesco Montanaro, Presidente degli Studi Atellani; Nicomede Di Michele, Presidente Fracta Sativa Unicanapa; Gennaro Oliviero, Presidente Settima Commissione Consiglio Regione Campania; Lello Topo, Presidente Quinta Commissione Consiglio Regione Campania; Rachele Invernizzi, del Vice Presidente Federcanapa e membro dell’European Industrial HEMP Association.

Il convegno ha trattato il tema della canapa, dalla sua storia fino ai nuovi utilizzi, senza tralasciare l’importanza degli aspetti terapeutici. Dopo gli interventi, ci si è spostati in piazza Riscatto, per lo svelamento del busto dedicato al Prof. Sosio Capasso.

Un atto davvero significativo per l’Amministrazione frattese e per l’intera comunità. Il busto infatti fu rubato a meno di 48 ore dalla sua inaugurazione.

Stavolta l’opera del maestro Luigi Caserta è stata fissata su un pilastro di cemento a sua volta legato al terreno, in modo da rendere quasi impossibile il ripetersi dell’increscioso episodio.

“Una sfida ai barbari, agli incivili: non possiamo arrenderci, non possiamo smarrire questa fievole luce di speranza”, disse allora il Presidente degli Studi Atellani Franco Montanaro e non si è arreso il Sindaco Marco Antonio Del Prete, che ha rivoluto la stessa opera nella stessa piazza perchè a suo dire: “non possiamo darla vinta agli incivili, a chi non ha rispetto per i nostri simboli. Dobbiamo dimostrare con i fatti di essere più forti e rispondere sempre con il bene al male ricevuto. Frattamaggiore non si piega e non si piegherà mai alla barbarie”

Condividi su