Koulibaly come Baldassarre, i Re Magi portano i “3 punti”. Il Napoli stende il Verona

L’Epifania tutte le feste porta via e fortunatamente lo fa nella maniera che tutti i tifosi azzurri si aspettavano. Dopo l’eliminazione un po’ a sorpresa in Coppa Italia contro l’Atalanta, passata in secondo piano vista la chiarissima priorità data al campionato, il Napoli tiene alta la concentrazione e non fallisce l’obiettivo questa volta: vittoria e Juve a distanza di sicurezza, in attesa di sapere il risultato di stasera al Sant’Elia.

La pausa arriva forse nel momento più adatto, senza gli impegni di Coppa che arriveranno soltanto a metà febbraio, il Napoli può prepararsi bene per la delicatissima sfida contro l’Atalanta alla ripresa del campionato.

Azzurri che fanno la partita contro l’Hellas sin dai primi minuti, rendendosi pericolosi con il tridente dei piccoletti: ad avere le occasioni più ghiotte è lo scugnizzo di Frattamaggiore ma Insigne è meno cinico del solito. Ripresa che non cambia come inerzia e Napoli ancora in costante proiezione offensiva. La gara si sblocca sugli sviluppi di calcio d’angolo: Koulibaly, non è la prima volta in stagione, svetta di testa e sorprende il portiere Nicolas. Partenopei che dopo essere passati in vantaggio vanno sul velluto e raddoppiano con Callejon, a digiuno in campionato dal match del 29 ottobre contro il Sassuolo.

In queste due settimane senza partite, probabilmente sarà il mercato a far parlare e non il campo. Speriamo possa arrivare qualcuno già utile alla missione Scudetto per far rifiatare gli attaccanti, che ormai le stanno giocando praticamente tutte e avrebbero bisogno di un minutaggio più oculato. Questa squadra ha chiaramente deciso il proprio destino: crederci fino alla fine in campionato, anche trascurando le altre competizioni. Proveranno a regalare il sogno che da oltre trent’anni aspetta la piazza napoletana.

Condividi su