Cardito. L’autorità nazionale anticorruzione interviene in municipio: 30 giorni per i chiarimenti

anac carditoPisano: “A Cardito la trasparenza amministrativa per il Sindaco e tutti quelli del suo partito (il PD) viene sventolata solo per slogan elettorali e demagogici. Intanto dal PD arriva la risposta del consigliere Mazza

L’Anac, l’Autorità Nazionale Anticorruzione, diretta dal magistrato Cantone, intima il comune di Cardito entro trenta giorni di fornire chiarimenti in merito ad alcune procedure amministrative, in particolare sull’affidamento dell’appalto di quasi 2 milioni di euro per la raccolta ed il trasporto dei rifiuti urbani e l’affidamento delle strutture sportive. Ma L’Anac “bacchetta il comune anche sulla trasparenza amministrativa e sulla gestione del portale comunale. “Già nel Cirillo 1 (nel 2012) denunciai per le vie ordinarie (richiesta ai responsabili, sollecito al Sindaco, poi ai capigruppo e in Consiglio comunale), le proroghe continue anac 3nella gestione delle strutture sportive, nel servizio per la raccolta dei rifiuti, e sulla omessa pubblicità degli atti e delle procedure amministrative” – Ad affermarlo dall’opposione all’amministrazione Cirillo è l’avv. Francesco Pisano che aggiunge – “Sono stato quindi costretto ad inviare gli atti all’ANAC soprattutto quando si tenta di ostacolare l’accesso agli atti ai Consiglieri di opposizioni. Questo è un atto politico ignobile. A Cardito la trasparenza amministrativa per il Sindaco e tutti quelli del suo anac 4partito (il PD) viene sventolata solo per slogan elettorali e demagogici. Il rispetto delle leggi sulla trasparenza e sulla corruzione non può essere negoziato con risultati che toccano solo la pancia dei propri elettori. Chi mastica di politica sa bene quanto è importante per la democrazia rispettare le regole sulla trasparenza. E lo dovrebbe sapere soprattutto chi milita nel partito (il PD) che per anni ha fatto della questione morale il suo unico cavallo di battaglia”. Intanto sulla vicenda interviene il consigliere di maggioranza del PD l’avv. Marco Mazza che sottolinea: “L’ANAC ci ha richiesto chiarimenti sulla gestione rifiuti, sulla gestione campo sportivo e sul piano anticorruzione assegnandoci 30 giorni per rispondere. In 3 ore abbiamo risposto inviando le delibere di Consiglio Comunale e di Giunta Comunale con le quali abbiamo approvato il Piano Anticorruzione, la determina di aggiudicazione gara rifiuti e il nuovo capitolato del campo sportivo. Da quando si è insediata la nuova amministrazione abbiamo posto in essere tutti gli atti necessari ad evitare proroghe, pratica adottata, quella delle proroghe, in passato anche dal Commissario Prefettizio ma mai dalla Giunta Cirillo”.

Condividi su