Caivano. Reddito di cittadinanza: anticipazione del comune per 143 famiglie

REDDITO CAIVANOTre mensilità di 650 euro ciascuna che l’Ente dovrà poi recuperare dalla Regione.

Simone Monopoli: “I cittadini non possono pagare i ritardi della Regione. In cinque anni faremo molto di più appena metteremo in regola i conti” a Caivano. – “Le fasce deboli la priorità. Ecco perché il primo cittadino e la responsabile del settore Politiche sociali del Comune,  Anna Damiano, hanno deciso di attuare una misura straordinaria relativa al reddito di cittadinanza regionale. I pagamenti delle mensilità sono in ritardo e l’Ente guidato dal presidente Enzo De Luca non ha ancora trasferito i soldi all’Ambito 19 da versare alle famiglie che ne hanno diritto” – Fanno sapere dal comune in un comunicato distribuito alla stampa. “Allora il Sindaco Monopoli per sopperire alle carenze della Regione ha deciso di anticipare i soldi per pagare 143 famiglie in attesa del reddito di cittadinanza” si legge ancora nel comunicato – .  In sostanza, il Comune anticiperà tre mensilità garantendo 650 euro ad ogni nucleo familiare di Caivano entrato in graduatoria. “Il reddito dicittadinanza rappresenta una misura nella quale credo molto – sottolinea Monopoli – “I ritardi della Regione hanno creato disagi alle famiglie che ne hanno diritto ecco perché abbiamo pensato come amministrazione di anticipare tre mensilità per alleviare i disagi delle fasce più deboli. Soldi che recupereremo come Ente appena la Regione deciderà di versarli all’Ambito 19. Nell’arco dei cinque anni di governo locale intendiamo, come promesso, su questo fronte, fare molto di più ma purtroppo servono dei sacrifici per sistemare i conti del Comune in quanto nel settore Finanziario abbiamo trovato una situazione allucinante sul piano burocratico. Serve una radicale inversione monopoli sindaco caivanodi rotta in quell’ufficio per garantire conti efficienti, un risanamento economico, più trasparenza e iù competenza. Un bilancio incomprensibile e senza un’idea di città rappresenta per la comunità una zavorra. Abbiamo il dovere di cambiare pagina, passo dopo passo, fino a quando non avremo riportato pure quel settore in una condizione di normalità. E il neoassessore, Rosario Poliso, sta utilizzando il pugno duro per rimettere sul giusto percorso l’apparato burocratico facendo capire che l’obiettivo di quest’amministrazione a tutela dell’interesse collettivo è quello di cambiare radicalmente pagina rispetto ai valori ed ai metodi ereditati dal passato. Per fare questo, però, serve tempo e se necessario non ci tireremo indietro di fronte a misure drastiche che tutelino l’interesse collettivo”. Conclude il Sindaco. “Anticipare tre mensilità in merito al reddito di cittadinanza regionale rappresenta un importante risultato dell’amministrazione sul fronte delle politiche sociali” -sottolinea Il responsabile del settore Politiche sociali del Comune, Anna Damiano che continua – “I ritardi della burocrazia e della Regione hanno causato dei disagi a chi necessita di questa misura assistenziale. Ecco perché di concerto con il sindaco e l’amministrazione di Caivano abbiamo deciso di attuare una misura straordinaria anticipando i soldi alle famiglie che poi il Comune recupererà dall’Ambito appena la Regione trasferirà i soldi a livello locale. Un provvedimento importante con effetti positivi per ben 143 famiglie”.

Condividi su