Giudice di Pace di Frattamaggiore, si riparte: approvato l’iter per riaprire in consorzio con Casandrino e Grumo Nevano

Il Sindaco Del Prete: “Quando si lavora uniti, per un fine collettivo, i risultati arrivano sempre”

Con il decreto del 27 maggio 2016 il Ministro della Giustizia ha deciso per il ripristino di determinati uffici di giudice di pace soppressi ai sensi dell’articolo 2, comma 1 bis, del decreto legge n. 192 del 31 dicembre 2014, convertito, con modificazioni, con legge n. 11/2015. Nel Decreto si legge che: “L’esame preliminare delle richieste formulate dagli enti interessati successivamente alla pubblicazione del decreto n. 192/2014, entro il termine perentorio fissato dallo stesso provvedimento, ha consentito di valutare positivamente, ai fini della ammissione alla fase formativa del personale messo a disposizione dagli enti medesimi, le istanze dirette al ripristino degli uffici del giudice di pace”. Questa possibilità è stata introdotta dall’art.3 c.2, del dlgs n.156/2012, con il quale è stato stabilito che, entro 60 giorni dalla pubblicazione delle sedi soppresse, agli enti locali interessati, anche consorziati tra loro, sarebbe stata concessa la possibilità di richiedere il mantenimento degli uffici, con competenza sui rispettivi territori, anche tramite eventuale accorpamento, facendosi carico delle spese di funzionamento. Va segnalato inoltre che il comune di Frattamaggiore è tra i cinque comuni della Campania che sono riusciti ad ottenere il ripristino e sta già provvedendo alle opere di manutenzione ordinaria, in modo tale da essere già pronto nella data di inizio del funzionamento degli uffici, fissata per il giorno 2 gennaio 2017. “Un risultato importantissimo – commenta il Sindaco Marco Antonio Del Prete – ottenuto anche grazie alla collaborazione delle associazioni forensi presenti sul territorio, nonché della Amministrazioni comunali di Casandrino e Grumo Nevano. A dimostrazione che quando si lavora in maniera compatta, per un fine collettivo, i risultati arrivano sempre. Questo ufficio infatti, è fondamentale non solo per Frattamaggiore ma anche per i comuni limitrofi”.

Condividi su