Cardito. Il consigliere Chiacchio al cimitero con i cittadini per ascoltare le loro istanze

Pasquale Chiacchio: “Il mio ruolo è recepire le istanze dei cittadini per rappresentarli nelle istituzioni cittadine”

“Sono stato invitato dai cittadini a passare una mattina al cimitero per rendermi conto della situazione, delle problematiche in modo da trasferirle nelle istituzioni ed avanzare proposte sulle soluzioni da attuare. Cosa che, tra l’altro, ho già fatto. Sulla questione dei loculi è evidente che si tratta di un problema indipendente dalla volontà dell’amministrazione. La maggioranza sta seguendo l’iter giudiziario ed appena arriverà la sentenza del Consiglio di Stato (su denuncia dell’impresa che ha perso la gara d’appalto) lavori ripartiranno. L’udienza di merito è stata fissata per febbraio. Quindi bisogna ancora attendere.
chiacchio-2Inoltre, colgo l’occasione per presentare un’altra proposta: ci sono dei loculi da destinare alle “morti bianche”. Perché non si valuta la possibilità di concederne alcuni alle famiglie che hanno vissuto una tragedia, come quelle che hanno perso i figli in giovanissima età? Sarebbe un bel gesto. Bisogna solo verificare se è possibile. Sulle lampade votive, invece, ho rassicurato i residenti che mi hanno invitato al cimitero per toccare con mano l’odissea che devono affrontare per pagare un bollettino. Ed ho visto coi miei occhi che si tratta di un meccanismo assurdo, inconcepibile per una realtà civile. Ho spiegato ai cittadini che le loro istanze le ho già trasferite all’aula e l’amministrazione immediatamente ha recepito la proposta assumendo un impegno: dedicare uno sportello presso gli uffici della “Sogert”, così si risparmia tempo e pure soldi. Questo resta il mio ruolo: a disposizione dei cittadini per recepire le istanze, i problemi e tentare di rappresentarli nell’istituzione cittadina”.

BANNER 880 IPPOCRATE

Condividi su