A Frattamaggiore la scuola delle Suore Compassioniste si rinnova!

“ Non basta fare del bene….bisogna anche saperlo fare! ” Diderot

di Giuseppe Costantino – Come noto, nel carisma delle Suore Compassioniste “Serve di Maria” esiste l’educazione e l’istruzione dei bambini. Grazie a tale missione le suore di Frattamaggiore, site in via On. Angelo Pezzullo, negli anni sessanta decisero di fondare una scuola su un terreno donato dal compianto parroco di Caivano Don Giorgio Caruso, con notevoli successi e risultati positivi per i bambini di Frattamaggiore che sempre più numerosi nel tempo hanno frequentato l’istituto “M.SS di Casaluce”. Purtroppo la crisi economica e i nuovi fenomeni di dispersione scolastica che oggi segnano la terra dei fuochi ha reso tale servizio alquanto complesso e non più sufficiente ad affrontare i percorsi educativi più rispondenti ai bisogni dei bambini e di sostegno reale alle necessità delle famiglie nell’educazione dei figli, spesso chiamate a misurarsi con il degrado di un territorio segnato da problemi che marcano negativamente il territorio. Per questo grazie all’entusiasmo della Priora Sr. Mena Vitiello e alla collaborazione materna della Madre Superiora Sr. Eleonora Simonelli si è deciso di rinnovare l’impegno delle suore a favore della comunità frattese e rafforzare e ammodernare le attività dell’istituto. A tal fine, con la fattiva collaborazione dell’amministrazione comunale e dei responsabili dei servizi di assistenza del Comune, prima si è dato vita alla fondazione di un centro diurno polifunzionale che potesse accogliere anche nel pomeriggio bambini in difficoltà di apprendimento e di relazione con gli altri e poi è stata stipulata una convenzione con il Comune finalizzata a sottrarre alle insidie della vita nei quartieri quei bambini che le famiglie hanno difficoltà ad assistere. Oggi i primi bambini affidati dal comune vivono momenti sereni e positivi che trasmettono fiducia e condivisione nelle loro famiglie. Contestualmente, è stata fondata e autorizzata una sezione primavera per i bambini in età prescolare che sta riscuotendo un notevole successo e adesioni sempre più numerose ed il plauso degli organi provinciali del MIUR. A fronte di tali risultati Sr. Mena ha voluto raddoppiare il proprio impegno e ha sostenuto che era necessario innovare anche nell’insegnamento e nelle strutture di supporto.
Le docenti seguono corsi di formazione finalizzati e si preparano ad affrontare le nuove sfide che l’innovazione pedagogica pone e l’edificio scolastico sta avendo interventi innovativi notevoli e atti a promuovere la sicurezza ed il decoro della scuola. Chiunque passi per via On. Angelo Pezzullo ha modo di notare che sono in atto notevoli cambiamenti nelle strutture che sono tutte rinnovate. Quello però che non può vedere è che anche all’interno si sta cambiando il modo di stare a scuola e organizzare il lavoro scolastico in modo moderno e all’altezza dei tempi. Si sta attrezzando uno spazio verde che non solo renderà piacevole e rilassante l’attività estiva del campo scuola, ma che da subito potrà essere utilizzato per le attività motorie ed il gioco dei bambini della scuola primaria e dell’infanzia. Quanto poi alle attività dedicate all’istruzione e all’apprendimento sarà possibile utilizzare i laboratori virtuali e lo scambio con altre scuole e classi anche all’estero grazie all’uso dei moderni mezzi multimediali di cui la scuola si sta attrezzando. Tutto ciò non potrà non avere ricadute positive per l’intera comunità frattese che sta vivendo un momento di difficoltà, ma che si prepara a superare grazie all’operosità di una comunità laboriosa e fiduciosa in un avvenire migliore. A tale sviluppo con il sostegno del Comune sta contribuendo l’istituto delle Suore Compassioniste “Serve di Maria” di Via On A. Pezzullo convinto che non basta fare il bene, ma che bisogna anche saperlo fare. Ad Maiora!

Condividi su
  • 16
    Shares