FRATTAMINORE. FESTA DELLA CANDELORA, DUE GIORNI RICCHI DI EVENTI E INIZIATIVE

di Mariarosaria Di Chiara – Mercoledì 1 e giovedì 2 febbraio, si svolge a Frattaminore la Festa della Candelora. «Il nostro Comune è l’unico in Italia in cui si festeggia questa ricorrenza, che astronomicamente segna il passaggio dall’inverno alla nuova stagione e che ha assunto poi, in senso strettamente religioso, il simbolo della luce (rappresentata appunto dalle candele che sfilano in processione) del Cristo bambino presentato al Tempio dalla Vergine Maria e consegnato nelle mani di San Simeone – dichiara il sindaco Giuseppe Bencivenga. –  Del lancio dei confetti durante la celebrazione non esiste traccia in nessun altro luogo, e caratterizza l’evento simboleggiando l’unione fra il Dio incarnato e il suo popolo. La manifestazione è stato organizzata dal Comune in collaborazione con la Parrocchia San Simeone Profeta (Piazza Umberto I). La celebrazione della festa durerà due giorni e sarà ricca di eventi ed iniziative: mercoledì 1 febbraio, alle ore 20,00 sarà rappresentato – in Parrocchia – il recital “Il profeta della luce” ideato da Marina Esposito e Rosaria Bencivenga, con la partecipazione del tenore Carmine De Domenico che interpreterà San Simeone. Il 2 febbraio, giorno della Festa, le celebrazioni inizieranno in Chiesa alle ore 11, per poi proseguire con la rappresentazione sacra in piazza Umberto I. Dopo la tradizionale processione per le vie del Paese, in serata, sempre in piazza Umberto, si svolge la Sagra dei prodotti tipici di norcineria, e uno spettacolo acustico di intrattenimento musicale. «Fra gli invitati ad esporre, anche i vicini santarpinesi, organizzatori storici della Sagra del Casatiello, altro prodotto tipico di eccellenza – sottolinea il sindaco Bencivenga  –  In conclusione di serata, verrà assegnato da una commissione il premio alla più originale interpretazione del concetto di Luce fra tutti i partecipanti alla processione del pomeriggio»

Condividi su