Falsi profili Fb per adescare ragazzini: arrestato un trentenne della provincia napoletana

Utilizzava falsi profili sui social per adescare ragazzini ai quali faceva credere di essere un’avvenente ragazza per indurli a mostrarsi nudi davanti alle webcam: gli agenti della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Napoli, coordinati dalla Procura della Repubblica partenopea, hanno individuato e arrestato un insospettabile trentenne, incensurato, residente in provincia, con l’accusa di produzione e detenzione di materiale pedopornografico, adescamento, corruzione e compimento di atti sessuali, tutti nei confronti di minorenni.
Grazie a questa tecnica era riuscito a entrare in contatto con ragazzi molto giovani, allievi di una scuola-calcio del napoletano; ne carpiva la fiducia, coprendoli di lusinghe e frasi esplicite, per poi raggiungere il suo proposito perverso, inducendo le giovani vittime a mostrarsi in webcam senza vestiti ed a compiere atti sessuali con lui, fino a spingerli anche ad accettare incontri “reali”

Condividi su