Afragola. Agenti feriti: rivolta per l’arresto di un rapinatore-estorsore

Chiede mille euro per “il cavallo di ritorno” di uno scooter rubato poco prima. Denunciato cade nella trappola messa in piedi dagli agenti del commissariato di Afragola. Aggrediti da una folla capeggiate dalle donne del Rione Speranza.

Donne in prima linea per la rivolta contro gli agenti che avevano appena arrestato un rapinatore di scooter tentando anche il cavallo di ritorno. Sono state le donne del quartiere Speranza, i cosidetti “Mattoni di Afragola”. Prognosi di 5 e 10 giorni per alcuni agenti feriti e curati al San Giovanni di Dio di Frattamaggiore. Le donne armate di bottiglie, vasi di terrecotta ed oggetti contundenti hanno iniziato il lancio contro gli uomini diretti dal neo commissario, il vicequestore Stefano Iuorio, che da una decina di giorni ha alternato Alfredo Carosella alla direzione del commissariato di Afragola. Cercavano di sottrarre all’arresto il 32enne Mariano Tuppo, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine. Grande professionalità degli agenti che nonostante l’aggressione hanno mantenuto la calma durante l’accerchiamento e l’aggressione. L’arresto avvenuto in seguito al furto di uno scooter e il tentativo di incassare 1000 euro con il “cavallo di ritorno” prontamente denunciato dal proprietario del due ruote.

Condividi su