C’è anche Pasquale Pugliese tra i 40 giovani laureati selezionati dal forAM per il master in Amministrazione Municipale promosso dall’ANCI

Pugliese, consigliere comunale a Casoria: ““Il ruolo di amministratore pubblico non può improvvisarsi. La politica richiede competenza e capacità.”

“Il ruolo dell’Amministratore Pubblico non può essere improvvisato ma va preparato ed implementato continuamente attraverso strumenti di formazione continua, cosi come evolve e si innova l’ordinamento giuridico. Tutto questo per rafforzare sia le necessarie competenze di base in materia di gestione di risorse economiche ed umane, sia la capacità di lettura del proprio territorio”. Così Pasquale Pugliese, Consigliere Comunale e Presidente della Commissione Controllo e Trasparenza del Comune di Casoria, commenta la propria ammissione al Master in Amministrazione Municipale, che ha selezionato 40 giovani laureati alla Scuola di alta formazione per dirigenti e amministratori pubblici promossa dall’Anci – associazione nazionale comuni italiani. Il corso, al quale Pasquale Pugliese è stato ammesso dopo aver superato diverse prove d’ammissione, è articolato in un percorso integrato di formazione lungo un periodo di nove mesi. Il percorso formativo si articola nelle seguenti aree tematiche che saranno affrontate in logica interdisciplinare: diritto amministrativo e degli Enti locali, welfare, gestione e valorizzazione delle risorse, finanza ed economia, servizi pubblici locali, politica di coesione territoriale e innovazione nelle città. I moduli didattici sono tenuti da docenti universitari, esperti ministeriali e degli enti locali. “L’impegno e la dedizione all’attività pubblica,– spiega Puglieserichiede tuttavia una buona dose di professionalità, competenze, abilità, spirito di servizio, abnegazione e onestà intellettuale. Il nostro Paese è continuamente in evoluzione, cosi come le norme e la giurisprudenza. Il Comune è l’ente più vicino al cittadino, colui che deve raccogliere i bisogni e dare immediate risposte. Solo attraverso la conoscenza, la competenza e l’esperienza si può fare qualcosa di utile alla collettività”.

Condividi su