Tutta l’Europa vuole Sarri, ma il Napoli prova a blindarlo

Prima le voci di un interessamento del Chelsea, oggi tocca al Real ma il Napoli prova a tenerselo stretto.

La Sarrimania è sbarcata oltre i confini italici. I giornali di mezza Europa accostano il mister di Figline Valdarno a molti dei top club europei.
Aurelio De Laurentiis non vuole privarsene e sta studiando un modo per legare il Napoli indissolubilmente al nome del “Comandante”.

Non è una novità che il Chelsea abbia seriamente pensato alla figura di Maurizio Sarri come head coach al posto di Conte, oramai in rotta di collisione con Abramovich.
I tabloid inglesi da tempo parlano della volontà da parte del magnate russo di sborsare la clausola rescissoria di 8 milioni di euro, valida fino al 31 Maggio 2018.
Oggi, dalla Spagna, è rimbalzata la voce di un interessamento del Real Madrid sulle tracce del Mister Partenopeo come erede di Zizou Zidane, apparso a fine ciclo con i Blancos.
Insomma una vera e proprio follia collettiva.

VOCI DI RINNOVO

Ma ADL non molla e vuole tenersi stretto Sarri con un ingaggio da numero 1. Sarri però, da rivoluzionario quale è, sembra non dare troppo peso ai soldi. Vorrebbe, invece, un progetto vincente.
Ossia un club disposto ad investire per aumentare ancora di più la competitività della rosa del Napoli.

LA RESA DEI CONTI

Presumibilmente Sarri e il patron del Napoli si incontreranno a campionato finito, a prescindere da quale sia l’esito, sino ad ora così incerto, del campionato.
A quel punto Maurizio tirerà le somme.
Oggi però è troppo concentrato a riportare “l’Innominato” dopo un lunga assenza, 28 anni per la precisione, sotto le pendici del Vesuvio.

La priorità di Maurizio Sarri, oggi, è una sola. Del doman non c’è certezza.

 

Condividi su