Scontri Casoria – Puteolana: false voci e dinamiche ancora da chiarire

Nessuna prova del coinvolgimento dei tifosi afragolesi. Restano ancora da accertare i fatti

CASORIA- Tante ombre e poche, pochissime luci su ciò che è successo, Domenica scorsa, al “San Mauro”. A creare scompiglio sono stati i disordini verificatisi in prossimità del settore ospiti dell’impianto casoriano. Coinvolti in primo logo sono stati i tifosi puteolani. In base a quanto emerge da video diffusi sul web, alcuni supporters granata, una volta preso posto in tribuna, hanno infatti cominciato a lanciare pietre e petardi sulla sede stradale. Alcune auto parcheggiate in prossimità degli spalti sono state così danneggiate. Impossibile capire, in base alle immagini, il perchè di tali gesti.

NESSUNA PROVA DEL COINVOLGIMENTO AFRAGOLESE 

A dispetto di ciò che è stato diffuso dalla quasi totalità degli organi di informazione locale, non vi è alcuna prova del coinvolgimento dei tifosi afragolesi. La responsabilità dei propri supporters è stata inoltre smentita anche dalla società rossoblù con un comunicato stampa. Dal proprio canto, il presidente e l’ufficio stampa della società puteolana si dicono certi di un agguato organizzato dai supporters della Vis. Tuttavia, la versione della compagine flegrea rimane tutta da verificare. Per questo motivo, è da ritenere opportuno l’astenersi dal muovere accuse che attualmente appaiono infondate.

ATTESA PER LE INDAGINI

É evidente come le sole forze dell’ordine possano fare chiarezza sui fatti di Casoria. Appare difficoltoso, però, classificare le azioni come veri e propri scontri fra tifoserie. Almeno in base a quanto si carpisce dalle immagini, non si potrebbe parlare di tafferugli o risse. Erroneo risulta essere quindi l’aver attribuito gli episodi a gruppi o ad intere frange di tifo. Il tutto sembrerebbe, come al solito, essere riconducibile a pochi scalmanati che non conoscono bandiera se non quella dell’ignoranza e dell’inciviltà. Si attendono ulteriori sviluppi con la speranza di non dover più raccontare tali vergognosi atti vandalici.

Condividi su
  • 3
    Shares