Pino è

Pino è, in 45.000 per ricordare uno dei più grandi di sempre

“Pino è”, il grande concerto tributo tenutosi ieri sera allo Stadio San Paolo di Napoli. In 45 mila hanno risposto presenti alla splendida serata che ha ricordato ancora una volta la grandezza straordinaria di Pino. Un concerto che ha richiesto l’allestimento di una macchina organizzativa importante, partita sin dal giorno dei funerali dell’immenso artista. Una giornata intensa: dalle persone in fila fuori lo stadio che non hanno mai smesso di intonare i grandi successi di Pino fino ad arrivare ai grandi artisti intervenuti, protagonisti di prove fino agli ultimi minuti utili.

LA SERATA

Tanti i cori dedicati a quello che è considerato insieme a Massimo Troisi uno dei figli più talentuosi di Napoli: ‘Pinoo, Pinoo‘ urlato a squarciagola e “Je so pazzo” cantata da tutti in piedi sono stati dei momenti da brivido nel tempio di Fuorigrotta. Quello di ieri è stato uno show dalla grande risonanza mediatica ma allo stesso tempo non ha smarrito il suo principale proposito: essere atto d’amore verso l’artista partenopeo, scomparso improvvisamente tre anni fa. Tanti gli artisti intervenuti, da Biagio Antonacci ad Elisa, da Ramazzotti a Francesco Renga. I più grandi della musica italiana non sono voluti mancare all’evento. La più applaudita è stata senza dubbio Fiorella Mannoia che ha saputo interpretare alla grande la poesia di Pino.

LE EMOZIONI

“Pino è” per i fortunati presenti, sarà un ricordo da portare con sé a lungo. Emozione pura. Gli artisti intervenuti hanno accettato di mettersi in gioco nonostante le rivalità professionali. Hanno dato vita ad una notte magica, ricordando l’amico di sempre. Tantissimi i duetti virtuali, gestiti in maniera davvero spettacolare. I più riusciti sicuramente quelli che hanno visto protagonisti Irene Grandi e J Ax.
“Papà è qui, nel mio cuore e in quello di ognuno di noi” – dice la figlia Sara visibilmente commossa nell’unico momento di appocundria della serata. Il finale è stato davvero speciale: “Napule è” lanciata da Biagio Antonacci.
Forse ha proprio ragione Sara, ieri Pino era lì, sul palco a trascinare la folla con la sua musica e poesia…

Condividi su