Il nuovo Casoria prende forma: chiara l’impronta di Mister De Michele

Ivan De Michele sta plasmando il nuovo Casoria a sua immagine e somiglianza. Tante le sue vecchie conoscenze arrivate in viola

Il Casoria 19/20 targato Ivan De Michele acquisisce sempre più i connotati di squadra chiaramente fondata sui principi e dettami tattici del proprio allenatore. Il tecnico ha infatti voluto con sé tanti dei migliori calciatori avuti nelle sue passate esperienze alla guida di Virtus Volla e Sessana. La costruzione dell’organico è così passata dall’acquisto per ogni reparto di almeno un ex adepto del nuovo Mister. Si parte dalla porta con la conferma di Luigi Maiellaro (ex Sessana), passando per difesa e centrocampo con gli acquisti di Aliperta (ex Virtus Volla) e Avolio (ex Virtus Volla), sino ad arrivare all’attacco con l’ingaggio di Patrizio Ioio (ex Sessana).

ARRIVANO GLI UNDER. PRIME INDICAZIONI SULL’ASSETTO DIFENSIVO

Con l’arrivo di Luca Di Benedetto e la conferma Luigi Spoleto, si aprono le operazioni della viola in chiave under. Di Benedetto è, anch’egli, vecchia conoscenza di De Michele, avendo giocato l’ultima parte della scorsa stagione con la maglia della Virtus Volla. Classe 2001, esterno di fascia destra, ha già disputato un campionato juniores (17/18) con il Casoria, collezionando poi 32 presenze ed 1 rete nella scorsa annata d’Eccellenza.  Confermato poi Luigi Spoleto, terzino sinistro classe 2000, arrivato al “San Mauro” a metà del campionato 17/18.

L’inserimento in rosa dei due under fa così desumere quello che potrebbe essere il probabile schieramento base della “Viola del Sud”. Avendo infatti optato per un portiere over (Maiellaro), De Michele conferma, con l’ingresso nel pacchetto degli esterni bassi di Spoleto e Di Benedetto,  la volontà di collocare due delle tre caselle riservate agli under nelle posizioni di terzino destro e sinistro. Pare già chiara, quindi, una prima idea di retroguardia viola. Possibile in tal senso uno schieramento a 4, con Aliperta e Diana centrali, Di Benedetto a destra e Spoleto a sinistra.

CENTROCAMPO E ATTACCO. DOVE INSERIRE I GIOVANI?

A centrocampo, al momento, si registrano gli arrivi di Avolio e Sannino, a cui si aggiunge la riconferma di Valoroso. Queste prime tre pedine poste in mezzo al campo fanno propendere per una possibile mediana a 3. Sannino è un tipico playmaker, vertice basso di un centrocampo in cui potrebbe essere affiancato da due mezze ali, di cui una sarà certamente Avolio. Tale disposizione tattica porterebbe ad una logica conseguenza: il tridente offensivo. Anche con riguardo a tale ultima indicazione, appare possibile individuare alcuni indizi nelle caratteristiche degli uomini acquistati in attacco. Strumentale ad un 4-3-3 sarebbe infatti Enrico Ventola, esterno offensivo ex Avellino proveniente dall’Afragolese. Il classe 1997 verrebbe affiancato a Ioio, prima punta duttile e veloce, e ad un ulteriore esterno.

Resta da capire dove sarà inserito il terzo under con due ipotesi all’orizzonte: centrocampo, in posizione di interno; attacco, in posizione di ala.

Condividi su