giugliano rifiuti

Giugliano: la buona caccia

A Giugliano, è aperta la stagione della caccia a criminali ed incivili. Senza doppiette, ma con guanti e mascherine.

Polizia Municipale ed operatori della Teknoservice dal primo settembre stanno rovistando nei cumuli di rifiuti abbandonati, nelle montagne di sacchetti sporchi e maleodoranti che chi si ostina a non fare la raccolta differenziata lascia ovunque. Sporcando ed imbrattando piazze, strade, marciapiedi. Ma soprattutto, creando problemi seri alla raccolta nel corso di un’emergenza, quella originata dalla chiusura del termovalorizzatore di Acerra, rischiando di mettere in ginocchio la città, di metterci in condizione di non potere assicurare la raccolta.

I controlli sono stati quindi rafforzati. Tutti i giorni Polizia Municipale e ed operatori passano al setaccio i cumuli abbandonati.
Ieri, ad esempio, abbiamo beccato un’attività commerciale e quattro comuni cittadini. Colpevoli di non fare la raccolta differenziata e di abbandonare i propri rifiuti sui marciapiedi. L’attività commerciale era stata già beccata il 3 settembre, quindi è recidiva. Come nell’altro caso per i titolari c’è la doppia sanzione. Se dovessero essere nuovamente sanzionati scatterà la chiusura dell’attività. Anche per i cittadini “modello di inciviltà”, una pesante sanzione.

Chi sbaglia, paga e saremo inflessibili -commenta il Sindaco, Antonio Poziello-. Siamo stanchi di dover rimuovere montagne di rifiuti da strade, marciapiedi e campagne. Staneremo delinquenti ed incivili con ogni mezzo”.

Condividi su