Pannolini per bambini autistici: polemica per la mancata consegna del corriere ad Afragola. Coinvolto anche Andrea il bambino autistico escluso dalla “recita natalizia”

Una mamma: “li aspettiamo dal 15 aprile, chiederò i danni”

E’ polemica ad Afragola per i ritardi nella consegna dei pannolini a bimbi affetti da autismo che vivono in città. L’azienda incaricata di recapitarli ha fatto sapere alle famiglie che verranno portati a destinazione solo quando verrà raggiunto un numero sufficiente di consegne, innescando malumori nei genitori costretti a provvedere autonomamente. “I pannolini a mio figlio sarebbero dovuti arrivare il 15 aprilefa sapere la madre di uno dei due bimbima non è arrivato nulla, abbiamo chiamato e richiamato l’azienda che ha l’appalto con l’Asl di Afragola e dopo un centinaio di telefonate ci hanno risposto, peraltro in modo sgarbato: non ci hanno dato informazioni e spiegazioni, siamo riusciti a parlare stamattina con una responsabile il quale ci ha comunicato che arriveranno lunedì prossimo, ma ormai non ci crediamo”. Già venerdì scorso, infatti, la famiglia venne contattata per annunciare la consegna che alla fine non è avvenuta. “Ci siamo resi disponibili anche a recarsi al deposito ma ci è stato detto che è chiuso e bisogna attendere. Chiederemo i danni al corriere, – conclude la donna – i bambini disabili non vanno trattati così”.

Intanto sulla vicenda interviene anche il Sindaco Grillo e il Direttore dell’ASL di Afragola Orazio Capasso che hanno contattato la famiglia di uno dei bambini per assicurare che i pannolini saranno consegnati il prima possibile e chiedendo loro scusa per la mancanza da parte dell’azienda che ne detiene l’appalto. Grillo: “È inconcepibile un tale comportanento sono certo che il direttore sistemerà tutto subito dando diritti e dignità a questi bimbi e alle loro famiglie”. “Il Dottor Capasso è stato gentilissimo – dichiarano i genitori di Andrealo abbiamo sentito questa mattina e ci ha assicurato cheoltre a risolvere il problema, valuterà i provvedimenti da prendere nei confronti di questa azienda, quì si ha a che fare con esseri umani, non vanno trattati così”. Intanto la famiglia ha dato mandato ai legali per un’azione legale nei confronti dell’azienda esterna.

 

 

Arrivano anche le scuse dell’azienda logistica che consegna i pannolini per l’Asl Napoli 2 ad Afragola. Il dottor Nicola Vigilante, responsabile dell’azienda, in una telefonata cordiale con la famiglia si scusa per l’accaduto e garantisce alla famiglia di Andrea e per l’altro bimbo di Afragola, che domani mattina sarà effettuata in urgenza la consegna. “È stato molto gentile – dichiarano i genitori – siamo certi che situazioni del genere non capitino più, ne per nostro figlio, ne per nessun’altro; ringraziamo inoltre il sindaco Grillo, come sempre presente per i suoi cittadini e il direttore dell’Asl di Afragola dott. Orazio Capasso che sono intervenuti prontamente, siamo grati inoltre alla signora Stefania, referente di zona dell’azienda fornitrice che ci ha seguito in questi giorni dandoci il suo supporto”