centro vaccinale pomigliano

Pomigliano: Assembramenti al centro vaccinale. Scatta la polemica

Pomigliano d’Arco – “Il Comune ha sbagliato ad individuare la struttura da offrire all’Asl, si poteva scegliere una sede migliore”. Sono le accuse piovute sul sindaco di Pomigliano d’Arco Gianluca Del Mastro, riguardo l’individuazione e la gestione del centro vaccinale. Accuse giunte a seguito di immagini circolate, che mostrano delle vere e proprie resse e lunghe code presso la struttura di Via Locatelli, con persone assembrate in fila per ricevere la dose del vaccino Covid-19.

Polemiche per l’inefficienza dell’Amministrazione Comunale, anche se la gestione del centro vaccinale è di competenza dell’Asl, alla quale il Comune si è limitato a fornire il comodato d’uso dell’immobile. Certo l’Amministrazione del sindaco Del Mastro non è esente da responsabilità al riguardo, dato che dovrebbe comunque offrire al centro vaccinale, la vigilanza e il controllo delle persone prenotate per l’accesso presso la struttura. Un mancato servizio riconducibile alla mancanza di personale e di risorse a disposizione per il corpo di Polizia Municipale.

La struttura di Via Locatelli era già stata al centro delle polemiche. Infatti venne individuata come sede per la campagna di vaccinazione pomiglianese, nonostante da più parti era stato fatto notare che quel luogo non avrebbe potuto offrire lo spazio necessario per ospitare i locali e il personale dell’Asl; ed una mancanza di parametri logistici adeguati e ricettivi, su tutti, un’area parcheggio sufficiente per l’utenza prevista.

Una campagna di vaccinazione che prosegue dunque con non poche difficoltà e tra parecchie polemiche a Pomigliano d’Arco. La speranza è che con i vari centri vaccinali che si stanno aprendo un po’ in tutta la Campania, si possa riuscire a premere sull’acceleratore e ad uscire quanto prima da questa paradossale situazione; e che presto tutto ciò sia soltanto un brutto ricordo.

Condividi su