Casavatore

Acerra: Accoltellato in piazza dopo una lite, movente ancora sconosciuto, si indaga negli ambienti criminali

Acerra – Una lite che finisce con un accoltellamento. E’ quanto avvenuto la scorsa notte in pieno centro ad Acerra, quando a seguito di una circostanza ancora in fase di accertamento, Rosario Esposito Soriano, 26enne del posto è stato ferito da diversi fendenti, di cui uno ai polmoni.

L’aggressione è avvenuta intorno l’1:00 a Piazza San Pietro. Il giovane è stato trasportato al Cardarelli in prognosi riservata. Le sue condizioni sono critiche a causa dei fendenti subiti, in particolare per un colpo al polmone, ma non è in pericolo di vita.

Le indagini sono affidate agli agenti del Commissariato di Polizia locale. Al vaglio degli investigatori le immagini della videosorveglianza della zona, che potrebbero fornire elementi utili per ricostruire l’accaduto ed individuare i responsabili. Il movente è al momento ancora sconosciuto, ma non si esclude che l’accoltellamento sia giunto al culmine di una lite maturata negli ambienti criminali acerrani.

Lo scorso luglio, il 26enne era stato coinvolto nel blitz contro la mala locale poiché ritenuto di far parte del gruppo che gestisce la piazza di spaccio a Piazzale dei Martiri: un’ordinanza di custodia in carcere annullata, però, dal Riesame per insussistenza delle esigenze cautelari, oltre che per le carenze indiziarie dell’esiguità temporale dell’ipotesi associativa contestata, pochi mesi nel 2016. In quel provvedimento, però, la DDA lo accusa anche di una serie di singole cessioni di stupefacente, oltre che di possesso e ricettazione di una pistola Beretta calibro 7,65 trovata cinque anni fa nella disponibilità della fidanzata dell’epoca, la quale fu arrestata.

Condividi su