Sant'Antimo

Sant’Antimo: operazione terra dei fuochi, nei guai un gommista

La Commissione Straordinaria del Comune di Sant’Antimo, composta da Maura Nicolina Perrotta, Simonetta Calcaterra e Salvatore Carli, d’intesa con l’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania nell’ambito della “Terra dei Fuochi”, Filippo Romano ha disposto controlli del territorio cittadino al fine di contrastare lo sversamento illecito di rifiuti e di prevenire i roghi. Ricordiamo che nella task force opera anche il colonnello Biagio Chiariello referente per i comuni di Napoli ovest.

Nella giornata di ieri, personale del Comando di Polizia Municipale e del Raggruppamento Campania dell’Esercito su base Reggimento Cavalleggeri “Guide” (19°), coordinati dal Comandante della P.M. di Sant’Antimo, ha effettuato un’attività di pattugliamento del territorio santantimese per verificare la presenza di eventuali attività artigianali e/o commerciali potenzialmente pericolose per la salubrità del territorio cittadino.

In particolare, è stata ispezionata un’officina di gommista risultata priva di autorizzazioni amministrative e della documentazione obbligatoria relativa al corretto smaltimento dei rifiuti (pneumatici). Il titolare è stato denunciato all’A.G. per inosservanza degli obblighi previsti dal Codice dell’Ambiente D.Lgs. 152 del 2006 e contravvenzionato amministrativamente per l’assenza dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività artigianale, ai sensi legge della Legge 122/92, per un importo complessivo di € 5.000,00 con conseguente sequestro amministrativo ed affidamento in custodia di tutto il materiale e le attrezzature presenti nel locale ai fini della successiva confisca. Si procederà inoltre alla segnalazione alla Camera di Commercio di Napoli per i dovuti provvedimenti di competenza.

Presso un capannone adibito a deposito di componenti di mobili è stata accertata, nel piazzale antistante la struttura, la presenza di una notevole quantità di materiale legnoso ed il titolare è stato diffidato ad effettuare – nel più breve tempo possibile e nei termini di legge – le necessarie operazioni di smaltimento del materiale rinvenuto, segnalato al competente Ufficio Igiene e Sanità per gli eventuali provvedimenti consequenziali.

In un terreno agricolo, con alcune tettoie di protezione, sono state rinvenute numerose auto usate, presumibilmente destinate alla vendita. Sono in corso le verifiche delle autorizzazioni amministrative e urbanistiche per l’adozione di eventuali successivi provvedimenti. L’attività di controllo proseguirà costantemente.

Oceania Casoria

Condividi su