Qualificazioni Mondiali 2022, Italia-Svizzera: 1-1. Non basta la rete di Di Lorenzo

Pareggio amaro per l’Italia del ct Roberto Mancini che si giocherà la qualificazione ai prossimi Mondiali fino alla fine. Allo Stadio Olimpico, gli azzurri pareggiano 1-1 contro la Svizzera.

Per quanto concerne l’undici azzurro, il ct Mancini conferma il suo collaudato 4-3-3: Donnarumma tra i pali; difesa a quattro formata da Di Lorenzo, BonucciChiellini ed Emerson Palmieri. A centrocampo, confermato Jorginho, coadiuvato da Locatelli e Barella mentre in attacco fari puntati su Andrea Belotti, supportato ai lati da Insigne e Chiesa.

La Svizzera che ha cambiato il tecnico, con Yakin che opta per un offensivo 4-2-3-1: Sommer in porta; difesa a quattro formata da Widmer, Scheer, Akanji e Rodriguez. A centrocampo, confermata la diga formata da Freuler e Zakaria, mentre in attacco spazio a Ocafor, sostenuto dal trio di mezze punte formato da Shaquiri, Vargas e Steffen

Ottimo avvio degli svizzeri che passa subito in vantaggio con Widmer, che rifinisce un grande contropiede di Ocafor e Vargas, firmando l’1-0. Gli azzurri reagiscono e sfiorano il pari con Barella, stoppato da una grande parata di Sommer. Il pareggio dell’undici di Mancini arriva nel finale della prima frazione con Di Lorenzo che su schema da calcio di punizione, firma l’1-1 ed il suo secondo centro consecutivo dopo quello siglato con il Napoli nell’ultima giornata di Serie A.

Nella ripresa, gli azzurri cercano il raddoppiano con Insigne, la cui conclusione viene fermata dall’intervento di Sommer. Nel finale della sfida, la formazione di Mancini va vicinissima al 2-1 con il rigore assegnato per fallo su Berardi; dal dischetto si presenta Jorginho che però calcia alto.

Un pareggio amaro per gli azzurri, che si giocheranno la qualificazione ai prossimi Mondiali nella sfida di Belfast contro l’Irlanda del Nord.

A fine match, ha espresso le sue considerazioni il terzino Giovanni Di Lorenzo, che si proietta subito alla sfida di lunedi dichiarando: ” Adesso abbiamo una partita difficile, in trasferta. Dobbiamo portare a casa la vittoria per conquistare la qualificazione, dispiace per il pareggio ma è ancora tutto aperto”.

Infine, anche il ct azzurro Roberto Mancini ha espresso le sue sensazioni nel post gara: “Sbagliare un rigore può capitare, Jorginho è uno dei nostri rigoristi. Dopo il gol subito nel primo tempo abbiamo sofferto. Per la qualificazione abbiamo un piccolo vantaggio. Contro l’Irlanda del Nord dobbiamo fare i gol che ci sono mancati in altre partite“.

Condividi su