Arnando Del Re Piazza Nazionale Noemi

Sconto di pena per Armando Del Re: sparò alla piccola Noemi in piazza Nazionale

Da diciotto anni a sedici anni e otto mesi. Lo sconto è servito per l’uomo nero di piazza Nazionale che ferì la piccola Noemi: arriva una condanna più bassa rispetto a quella maturata un anno fa. Decisiva la confessione (tardiva e in extremis) di Armando Del Re, l’uomo responsabile del ferimento della piccola in piazza Nazionale, a maggio di tre anni fa.

Le immagini di quel giorno furono registrate da alcune telecamere di sorveglianza in piazza Nazionale: si vede un killer corpulento che, sceso da una motocicletta, apre il fuoco in pieno giorno e per strada inseguendo Salvatore Nurcaro, che rimarrà gravemente ferito; le pallottole impazzite colpirono anche altre due persone: una donna fu raggiunta di striscio e la nipotina che era con lei, Noemi, fu centrata da un proiettile alla schiena che la portò ad un passo dalla morte e la costrinse ad un lungo periodo di riabilitazione non ancora concluso.

Le indagini incastrarono i fratelli Armando e Antonio De Re, ritenuti vicini al clan Formicola, accusati il primo di avere sparato e l’altro di avere fornito supporto logistico. Il movente, avevano ricostruito gli inquirenti, era da ricercare nelle dinamiche criminali che coinvolgono il centro di Napoli, ovvero la zona delle Case Nuove, di cui sono originari i due fratelli, e Napoli Est, dove invece fino a poco tempo prima viveva Nurcaro, ritenuto vicino al clan Reale.

Conad Parafarmacia Casoria

 

Condividi su