Casandrino piange Lucia Tavella, nota come “Lucia ‘a nera”

Casandrino stamattina si è svegliata con la scomparsa di uno dei volti storici della piccola cittadina, Lucia Tavella, chiamata “Lucia ‘a nera” per il pigmento scuro della sua pelle.

A darne notizia la pagina Facebook “Casandrino on line”: casandrino lucia

Una donna di colore, abbastanza minuta, adottata e vissuta poi da sola per lungo tempo a Casandrino in una vecchia abitazione all’angolo tra via Campofreda e via Toti negli anni ’80 e ’90. Per via del colore della sua pelle e del suo carattere si costruivano tante leggende sul suo conto: molti la temevano e la evitavano, molti la ritenevano una persona da emarginare al punto che era ripetutamente oggetto di pesanti atti discriminatori in un contesto storico di disagio sociale senza precedenti. Ma mentre tanti la emarginavano molti casandrinesi di buon cuore erano solidali nei suoi confronti, la aiutavano e le aprivano le porte delle proprie case. Si è spenta presso villa Elige di Giugliano ove era degente da lungo tempo. Le esequie dovrebbero tenersi sabato prossimo con l’urna cineraria dopo le 10:00 presso il santuario in piazza a Casandrino. Ciao Lucia, che tu possa finalmente riposare in pace.

NanoTv Banner Pubblicità

Condividi su