Napoli-Salernitana: 4-1. Poker degli azzurri. Grande prestazione di Mertens

Seconda vittoria consecutiva per il Napoli di Luciano Spalletti che conquista il derby. Al Maradona, gli azzurri battono 4-1 la Salernitana, conquistando tre punti pesantissimi in ottica Champions League.

Per quanto concerne le formazioniSpalletti dovrebbe confermare il suo 4-3-3 con qualche modifica rispetto all’undici sceso in campo nel match contro il Bologna: Meret tra i pali; difesa a quattro formata da Di LorenzoRrhamaniJuan Jesus e Mario Rui. A centrocampo, spazio a Lobotka, affiancato da Zielinski e Fabian Ruiz, mentre in attacco Dries Mertens vince il ballottaggio con  Victor Osimhen nel ruolo di prima punta; il belga è sostenuto ai lati da  Elmas Lozano, mentre partono dalla panchina Politano e Lorenzo Insigne.

Qualche assenza in casa Salernitana, con il tecnico Colantuono che opta per un compatto 4-4-2: Belec tra i pali; difesa a tre formata da Gagliolo, BogdanDelli Carri e Veseli. A centrocampo, confermato Di Tacchio, affiancato da Schiavone, mentre sulle corsie spazio a Obi e Kechrida. Tandem d’attacco formato da Vergani e Bonazzoli.

Parte meglio il Napoli che va vicino al vantaggio con la grande conclusione di Fabian Ruiz, stoppata da un super intervento di Belec. Gli azzurri spingono e passano con Juan Jesus, che su assist di Elmas, firma l’1-0 ed il suo primo centro in questo campionato con la maglia azzurra. L’undici di Spalletti domina ma alla prima occasione la Salernitana pareggia con Bonazzoli su assist di Kechrida. I partenopei non si disuniscono ed al calar della prima frazione trovano il nuovo vantaggio con Ciro Mertens, che trasforma un calcio di rigore per fallo su Elmas; settimo centro in campionato per il fuoriclasse belga, 144esimo con la maglia azzurra.

Nella ripresa, gli azzurri dominano in lungo e largo e calano il tris con Rrhamani che su grande assist di Mertens, firma il 3-1. Gli azzurri non si fermano e calano il poker con Lorenzo Insigne, che trasforma il calcio di rigore per fallo di mano di Veseli; un gol storico per il capitano azzurro che raggiunge Diego Armando Maradona nella classifica all time dei marcatori del club partenopeo con 115 reti.

Una vittoria netta da parte degli azzurri che chiudono nel migliore dei modi questo ciclo di partite. Dopo la sosta sfide importanti contro Venezia ed Inter, per continuare la scalata in campionato.

In merito alla sfida, si è espresso l’attaccante azzurro Dries Mertens, che ha dichiarato: “Un successo importante, non era facile.Sono contento di aver segnato il rigore, anche perchè ci ha dato sicurezza dopo il pareggio. Il secondo rigore l’ho lasciato a Lorenzo perchè per lui era importante. La Salernitana ha tirato una sola volta in porta però non è stato semplice riuscire a ritrovare il vantaggio. Dobbiamo proseguire così e guardare solo a noi. Il campionato è ancora lungo e possiamo essere protagonisti”.

Condividi su