Casavatore

Casavatore: pestato e accoltellato sull’uscio di casa da due ex amici “famosi”

Casavatore – Una spedizione punitiva si è conclusa con un ragazzo di soli 20 anni accoltellato sei volte e colpito alla testa con un crick. Non parliamo di camorra o di uno scontro tra gang. Parliamo di un giovane di Casavatore che si trovava a casa sua nel cuore della notte e che si è trovato due amici sull’uscio di casa con cattive intenzioni. Due ex amici, per la precisione. Sì, perché sarebbero stati loro ad assalirlo, pugnalarlo con un coltello a serramanico e ferirlo alla testa. La vicenda risale allo scorso primo febbraio, ma è balzata all’attenzione degli agenti del Commissariato di Afragola solo oggi. Proprio stamattina, infatti, Mattia S. si è recato al posto di polizia insieme alla madre per denunciare presunte minacce subite dopo l’aggressione. Ai poliziotti ha raccontato anche di avere ricevuto, sempre quella notte, due telefonate con le quali i due amici lo esortavano a scendere di casa. Forse dal tono di voce aveva intuito che le intenzioni dei due conoscenti non erano buone, così ha cercato di tutelarsi invitandoli a salire. Probabilmente sentendosi più al sicuro in casa propria.

Il 20enne era solo perché la famiglia ha cambiato alloggio e lui aveva scelto di rimanere temporaneamente nel vecchio appartamento dove c’era ancora la tv. Quando ha aperto la porta non ci sarebbero state parole, solo fatti. Due fendenti all’addome che hanno fatto piegare il busto al 20enne. A quel punto la mano dell’aggressore si è accanita con altre quattro coltellate alla schiena. Nello stesso momento, l’altro giovane, che impugnava un crick, lo ha colpito alla testa. La violenza si è interrotta solo quando il giovane è stramazzato al suolo sanguinante. I fendenti, per fortuna, non erano profondi. Con l’aiuto di un altro amico e dalla fidanzata, il giovane si è recato all’ospedale Vecchio Pellegrini dove è stato soccorso e medicato. Il referto parla di 15 giorni di prognosi, ma sarebbe potuta andare peggio.

Ma perché il giovane è stato assalito fin quasi a rischiare la vita? Pare che il movente dell’aggressione sia di natura sentimentale. La frequentazione di una ragazza avrebbe fatto scattare la scintilla di violenza. Si tratta di una vicenda che si è consumata non in contesti di degrado sociale e culturale, visto che i due presunti aggressori risultano essere di buona famiglia e che uno avrebbe persino fatto una comparsata in una nota serie tv.

FONTE CORRIERE DEL MEZZOGIORNO

GRUPPO DI PALO (I PINI, OTTIMO, LA MASSERIA,CRAI)