Dopo l’Aversa Pride compare disegno e scritta anti LGBT: arriva la denuncia di un consigliere comunale

Ad Aversa su Arco dell’Annunziata, anche campanile luogo culto

Dopo l’Aversa Pride di sabato 25 giugno, il primo nella storia della citta normanna con migliaia di partecipanti – tra i 3 e i 4mila – delegazioni comunali e qualche sindaco (Renato Natale di Casal di Principe), “puntuale” arriva l’atto di odio contro il mondo Lgbt; un atto che non risparmia neanche la Chiesa.

Stamani, l’Arco dell’Annunziata, che è anche campanile della omonimo luogo di culto, monumento simbolo di Aversa, è stato imbrattato con il disegno di un diavolo impiccato e la scritta all’interno LGBT.

A dare notizia dell’episodio il consigliere comunale di Aversa Mariano Scuotri, che sabato ha fatto parte della delegazione del Comune insieme a due assessori e ad un altro consigliere comunale. In un post su Facebook, Scuotri scrive: “Ed ecco il dolce messaggio di qualche intellettuale che ha pensato di dire la propria sull’#aversapride. Eccovi amici, l’ignoranza servita nella sua veste più esplicita”. “Noncuranza del bene comune, disprezzo dell’essere umano, violenza sanguinaria. Avete già perso facendo ciò: l’Arco noi lo ripuliremo, le vostre ‘anime’ saranno difficili da ripulire. Porci che non siete altro”, conclude il consigliere comunale.

grillo sport

Condividi su