Dramma sull’A1, morto un 23enne di Afragola, grave la fidanzata. Il centauro è morto dopo aver investito un pedone che attraversava a piedi l’autostrada, anche lui morto sul colpo.

Sono di Afragola, il 23enne che si è visto spuntare all’improvviso sull’autostrada un pedone che attraversava la strada. Morti sul colpo entrambi, centauro e pedone, gravemente ferita la ragazzza che viaggiava con la moto come passeggero, anche lei di Afragola è in gravissime condizioni all’Ospedale del Mare.
La notizia, lanciata dalla redazione di NANOTV a pochi minuti della partita Roma – Napoli, è stata ripresa poi da tutti media e c’è stato anche il deputato dei Verdi Francesco Emilio Borrelli che è intervenuto con un commento.
Dramma sulla A1 Napoli –Roma. Motociclista travolge un uomo che stava attraversando a piedi. Deceduti entrambi. Ferita e sfigurata al viso la passeggera della moto. Borrelli: “Cordoglio per le vittime. Bisogna far luce sulla dinamica. Troppi morti sulle strade, servono nuove misure e normative.”
Quella di domenica è stata una serata tragica sulla autostrada A1 Napoli-Roma. Poco prima delle 19.30 un uomo è stato investito in autostrada da una motocicletta, rimanendo ucciso sul colpo. Anche il guidatore della moto, 23 anni, ha perso la vita, mentre la ragazza che viaggiava con lui è ricoverata, in condizioni non gravi, all’Ospedale del Mare.
L’incidente è avvenuto tra il bivio A1/A3 Napoli-Salerno e il Nodo Napoli-Centro Direzionale, in direzione di Roma. Come riporta l’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate, sembrerebbe che il pedone stesse attraversando l’autostrada a piedi, i cui motivi non sono ancora noti, quando in quel momento è passata una motocicletta con a bordo i due giovani. Tre le ambulanze accorse sul posto dopo l’incidente. Sul posto, oltre alle forze dell’ordine, anche personale di Autostrade.
“Innanzitutto esprimiamo il nostro cordoglio per le due vittime e ci auguriamo che la ragazza possa rimettersi al più presto.”- dichiara il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli- “Occorre che la magistratura chiarisca al più presto la dinamica dell’incidente, riuscendo a capire cosa ci facesse quell’uomo ad attraversare l’autostrada a piedi. Come ci hanno riferito dei testimoni, sembrerebbe che fosse in stato di ebbrezza ma andrà verificato. Invece la ragazza a bordo della moto, compagna della vittima, potrebbe riportare dei segni permanenti sul viso a causa delle ferite. Le strade hanno mietuto troppe vittime. È tempo di mettere fine a questa strage prevedendo nuove normative e misure.”
Condividi su