40enne e il suo complice rapinano un centro scommesse ad Aversa: ora ai domiciliari

È indagato per rapina di un centro scommesse SNAI di Aversa, D’Alterio Nicola, 40enne di Giugliano. il GIP del Tribunale di Napoli Nord Dott. Simone Farina, su istanza dell’avvocato Luigi Poziello del Foro di Napoli Nord, gli ha concesso gli arresti domiciliari nonostante il parere contrario del pubblico ministero Dott. Fabio Sozio. Oltre al 40enne, è finito in manette anche Salvatore Micillo.

Il fatto risale a tre mesi fa. L’atto e i due rapinatori sono stati identificati grazie alle telecamere di videosorveglianza presenti nell’attività commerciale e in zona. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, uno dei due – con volto travisato da uno scaldacollo – ha fatto irruzione del centro scommesse puntando una pistola contro un avventore presente in sala. Approfittando della porta aperta, il malvivente si è diretto verso il bancone dentro il quale vi era una commessa, costringendo quest’ultima a consegnare tutto il denaro presente nella cassa automatica. I due, secondo le indagini, sono riusciti a portare via ben 11.400 euro. 

Dopo aver messo a segno la rapina, i malfattori sono riusciti a dileguarsi in fretta con il bottino, grazie ad un’auto che avevano parcheggiato in una stradina poco distrante dal centro scommesse. Gli investigatori, appurarono che, la stessa macchina era transitata in zona anche pochi attimi prima del colpo, evidentemente con lo scopo di effettuare dei sopralluoghi preliminari, e in tale circostanza nell’auto c’erano due persone. L’indagine è stata condotta dalla Polizia di Stato di Caserta — Squadra Mobile, con la collaborazione del Commissariato di Aversa, che ha eseguito le ordinanze di custodia cautelare.

 

Condividi su