Arresti domiciliari per un medico: rubava da 5 anni energia elettrica per la casa e lo studio

Certo certe azioni le aspettiamo da persone che vivono una condizione sociale ed economica disagiata, invece questa volta a finire sotto accusa un medico che aveva rubato negli ultimi 5 anni oltre 18mila euro di nergia all’Enel.

A Sant’Antonio Abate, in provincia di Napoli, i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, con l’accusa di furto di corrente elettrica, un 69enne del posto, medico di base.

I militari dell’Arma, insieme al personale dell’Enel, hanno controllato l’abitazione e lo studio medico dell’uomo.

Durante le operazioni è emerso – secondo i Carabinieri – che era stata trafugata energia elettrica grazie a un allaccio abusivo diretto al cavo della fornitura pubblica. Un valore di quasi 18mila euro per un furto che durava da circa 5 anni. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

 

Condividi su