Sono passati 7 anni dall’omicidio di Pasquale Russo a Cardito: messa per ricordarlo insieme alla famiglia

Era il 5 novembre 2015, fuori la villa comunale di Cardito a bordo della sua mercedes un agguato con l’uccisione di Pasquale Russo, imprenditore del settore edilizio ed ex consigliere comunale. La famiglia a 7 anni di distanza non si rassegna ed aspetta il corso della magistratura per ottenere giustizia e sapere perchè l’imprenditore carditese, ben voluto da tutta la comunita’ locale sia stato ammazzato.

Insieme alla famiglia il fratello, Mimmo Russo, ha promosso un momento di raccoglimento in viale Kennedy nei pressi del luogo dell’agguato, per ricordare Pasquale, e per chiedere giustizia per questo efferato omicidio.

La famiglia attende giustizia, dopo le dichiarazioni di un pentito che parla dell’omicidio, aumenta la speranza di sapere perchè Pasquale sia stato ucciso. Intanto solo qualche settimana fa la figlia dell’imprenditore si laurea in giurisprudenza con 110 e lode dedicando la sua laurea all’amato padre. Il fratello Mimmo, imprenditore del settore edilizio, vorrebbe lasciare la citta’ per crescere figli e nipoti lontano da questi luoghi, attende prima che sia fatta giustizia sulla morte del fratello.

Condividi su