IMI Sud, nessuno più ci credeva

Erano passati oltre venti anni da quando fu sollevato il problema della discarica posta sul retro della fabbrica IMI Sud di Casoria, a Via Diaz. Un’area di circa 40.000 mq al centro della città nata negli anni ottanta.
Nel 2000 erano intervenuti i Noe dei Carabinieri e il Ministero dell’ambiente che avevano dichiarato l’area ad alta pericolosità per la presenza dei rifiuti (scarti di lavorazione della fabbrica di ferro).

Nel 2001 era stata anche emanata un’ordinanza sindacale per la rimozione dei rifiuti, ma poi al comune era stata “dimenticata”. Nel 2021 in qualità di consigliere comunale e di Presidente della IV commissione consiliare di Casoria, Salvatore Iavarone ha sollevato la questione, purtroppo la lentezza evidente ed innegabile, ha costretto la Polizia Metropolitana a sostituirsi a chi avrebbe dovuto intervenire e non era intervenuto.
La Polizia Metropolitana di Napoli ha sequestrato l’area oggetto dello scarico di rifiuti ed il gip di Napoli Nord ha convalidato, in queste ore, il Sequestro.

Ora si aspetta che parta l’iter per la richiesta di bonifica.

Condividi su