Campo confiscato alla camorra: progetto la produzione di energia

Un campo fotovoltaico per la produzione di energia rinnovabile e la messa a norma e l’efficientamento della rete della pubblica illuminazione: la giunta di Cancello ed Arnone approva il documento di fattibilità di un maxi-progetto da 9.7milioni di euro.

Campo confiscato alla camorra per la produzione di energia rinnovabile

Il campo si svilupperà su un terreno confiscato alla camorra per un’estensione di 70mila metri quadri in località Acquaro: “Si tratta di un progetto ambizioso che ha come obiettivo quello di realizzare il parco Agrisolare in linea con quelle che sono le disposizioni del Pnrr – ha sottolineato il sindaco Raffaele Ambroscaattraverso questo progetto, puntiamo ad essere autosufficienti come Comune nella produzione di energia, in modo da abbattere in maniera sostanziale i costi per l’ente attraverso un sistema a bassissimo impatto ambientale. Cancello ed Arnone vuole portarsi al passo con quelle che sono le disposizioni europee e, soprattutto, punta a trovare soluzioni all’aumento dei costi dell’energia. Abbiamo dato mandato al dirigente di trovare le soluzioni adeguate per sviluppare tale opera che riteniamo importantissima per la nostra realtà”.

Condividi su