Black Friday in parlamento: deputati e senatori si “regalano” 5.500 euro di bonus

Si sforbicia in negativo il reddito di cittadinanza, aumentano le utenze domestiche, i beni alimentari e le vari altre cose che servono ad una famiglia, aumenta la benzina ed il gasolio ed il parlamento cosa fa? si concede un bonus da 5.500 euro a testa per Parlamentari e Senatori. Sembra la classica gratifica Natalizia ma l’erogazione, firmata con determina di Montecitorio dai Questori della camera, giovedì scorso, lo presenta come un gettone per finanziare le dotazioni d’ufficio degli eletti. Già immaginiamo come saranno utilizzati dagli stessi ma, a pensar male si fa peccato, ma ci si azzecca sempre. Anche nel 2018 fu licenziato un analogo provvedimento, ma la cifra era di 2.500 euro, oggi in piena crisi economica invece, se lo sono aumentati del 120%. Sono rimborsabili portatili, smartphone, tablet, cuffie ( anche le costose Airpods della Apple), monitor fino a 34 pollici (la volta scorsa il massimo era di 32 pollici…meglio abbondare quindi) . A suo tempo vi erano alcune regole da rispettare in danno degli eletti, inserite dal Movimento 5 stelle, che oggi non figurano. Resta la discutibilità del gesto, in un momento di austerity, dichiarato dallo stesso nuovo governo. Per la serie: A caval donato non si guarda in bocca. 

Condividi su