Napoli: bilancio di fine anno della Polizia “Reati in aumento dopo Covid, picco di furti e rapine”

 

Si è svolta a Napoli, presso l’aula Vadalà  del IV reparto Mobile in Via Monte Di Dio, la conferenza stampa per il consueto bilancio di fine anno della Polizia che dichiara: “Reati in aumento dopo la pandemia per il Covid, vi è stato un  picco di  furti e rapine”. Il Questore di Napoli Alessandro Giuliano ( figlio del compianto Commissario Boris Giuliano) ha detto anche: “Il nostro primo nemico resta sempre e comunque la camorra”. Uno dei primi dati che emerge è che aumentano i reati a Napoli: 4,95% in più nel 2022 rispetto al 2021. Elemento che, sottolinea ancora il Questore Giuliano, deriva dal superamento della pandemia: “Siamo contenti della folla di turisti a Napoli e delle tante attività riprese in città, fortunatamente, dopo il Covid. Ora essendoci una maggiore mobilità vi è un aumento anche dei delitti”. In tutto si tratta di 126.697 reati nell’anno solare: spiccano il +20,94% delle rapine che sono state 3.269, il + 10,88% di furti che sono stati 61.111. Di contro c’è stato anche un forte aumento del controllo del territorio post-Covid della polizia che ha denunciato 7.295 persone e ne ha arrestate 1.770. Sempre un grande ed attento lavoro della Polizia Di Stato che tiene sicura la città di Napoli e l’Italia intera, a tutti gli uomini delle forze dell’ordine vanno i nostri auguri di un buon lavoro e di buon anno 2023 sempre sotto l’insegna della lotta alla criminalità.

Condividi su