Capodanno nella nebbia

Durante la sera di Capodanno, a cavallo tra il 31 dicembre e il 1° gennaio, Napoli e provincia sono state avvolte da una spessa nebbia. A causare il fenomeno atmosferico, il mix di fuochi d’artificio e alte temperature, non così usuali nel mese di dicembre. La nebbia si è dissolta in parte verso le ore 08:30 circa, della domenica.

Moltissimi  i napoletani che hanno impiegato ore per far ritorno nelle proprie case dopo i festeggiamenti perché le strade erano diventate impraticabili per la scarsa visibilità. Spesso chi era accompagnato in macchina, faceva scendere il passeggero affinché lo aiutasse a farsi strada, rischiando anche di incombere in un incidente. Inevitabile dunque la formazione di traffico su tangenziale, autostrade, Asse Mediano, Circumvallazione. I commenti sui social arrivavano in diretta: “Impossibile tornare a casa”. Molti hanno percorso pochi chilometri in 3 ore . “Non si vedeva niente. Qualcuno ha lasciato l’auto in strada e ha provato a camminare a piedi“.

La coltre di nebbia ha provocato disagi anche alle linee gestite dall’Ente Autonomo Volturno sia per la linea Cumana sia per la Circumflegrea, che a causa delle condizioni atmosferiche, sono stati obbligati a limitare i propri servizi per diverse ore.

Condividi su