Pontedecimo: 32enne spara alla compagna e dopo si toglie la vita

Omicidio-Suicidio a Pontedecimo, quartiere della periferia nord di Genova, dove una Guardia Giurata di 32anni ha ucciso la fidanzata e poi si è tolto la vita.

Omicidio Suicidio: cos’è successo a Pontedecimo?

A pochi giorni dall’inizio dell’anno nuovo, a Pontedecimo, una donna di 23 anni, Giulia Onorato, è stata assassinata dal fidanzato 32enne Andrea Incorvaia. Quest’ultimo dopo l’atto, avrebbe poi deciso di togliersi la vita.

Secondo quanto emerso, pare che il rapporto tra i due era teso già da qualche settimana. L’uomo sembrerebbe aver avuto comportamenti gelosi nei confronti della ragazza, al punto di puntarle contro l’arma di servizio mentre dormiva e spararle. Presumibilmente, dopo il gesto, l’uomo si sarebbe fatto prendere dalla disperazione per ciò che ha fatto e avrebbe posto fine alla sua vita sparandosi con la medesima arma. A ritrovare i cadaveri è stata la sorella dell’uomo, la cui era consapevole dei continui litigi di coppia. Ella, non sentendo il fratello da giorni, si sarebbe diretta all’abitazione del 32enne, bussando alla porta ma senza ricevere risposta. Così la donna si sarebbe fatta prestare le chiavi di casa da un’amica della cognata, trovando i due corpi in un mare di sangue. I vicini, in seguito alle urla della donna, hanno immediatamente allertato il 118, ma per i due non c’era più nulla da fare. Sul posto anche gli investigatori della squadra mobile, che secondo essi, la 23enne non ha mai denunciato alcun comportamento violento da parte del compagno.

_____

Continua a seguirci su Facebook, su InstagramTwitter e Waveful! Ricevi tutte le notizie sul tuo cellulare iscrivendoti al canale Telegram.

Scopri gli ultimi aggiornamenti cliccando qui.

Condividi su