Napoli: il miglior attacco per assediare la Juventus

Il Napoli con il miglior attacco del campionato con 39 gol fatti, all’attacco della Juventus titolare della migliore difesa della serie A con soli 7 gol presi.

Sarà anche questo Napoli-Juventus, scontro d’alta classifica con la squadra di Spalletti che punta alla vittoria per dare il là a una nuova fuga che significherebbe scavare di nuovo un solco di 10 punti sui bianconeri e mettere un’ipoteca sullo scudetto.

Mentalità e gioco diversi dividono gli azzurri dai bianconeri, con Osimhen e compagni che vogliono dimostrare di saper fare gol alla difesa bunker di Allegri reduce da otto vittorie consecutive senza aver mai raccolto un pallone dalla propria porta. Una montagna da scalare con Osimhen che vuole arrivare fino in vetta, dimostrando finalmente di saper fare gol alle grandi, come ha già cominciato a fare quest’anno segnando il gol del successo in casa della Roma, e poi contro Atalanta e Ajax in Champions League.
Il senegalese ora vuole esultare anche con i bianconeri, contro cui ha giocato finora tre partite senza mai segnare. Ma l’attacco azzurro è pronto a dire la sua con classe e organizzazione, da Kvaratskhelia, a quota 6 gol in A, che vuole prendersi il dominio della fascia sinistra, e con Politano e Lozano, entrambi a quota 3 reti in campionato, che si sfidano in allenamento per strappare la maglia da titolare sulla corsia di destra.

Il Napoli vuole attaccare e dominare il match, e mettere in pratica le idee che Spalletti voleva vedere in campo a Milano e che ha visto limitatamente al possesso palla, un po’ meno nella capacità di verticalizzare per entrare nell’area avversaria. L’obiettivo sarà questo, con Lobotka e Zielinski che dovranno garantire l’impostazione e trovare i corridoi verso l’area, ma anche tenere d’occhio il centrocampo bianconero, con gli incursori Rabiot e Di Maria, o Chiesa, in grado di far partire micidiali contropiedi.
Gli oltre 50.000 tifosi del Napoli previsti al Maradona assisteranno probabilmente a grandi duelli anche in difesa, con gli azzurri che punteranno su Kim Min-Jae, ripresosi dall’affaticamento muscolare, e su Rrahmani, tornato in piena forma, con Di Lorenzo a destra e un ballottaggio sulla corsia sinistra tra Mario Rui e Olivera.

 

Condividi su