Cina: “nessuna nuova variante rilevata, in calo decessi e casi gravi”

L’ondata di infezioni da Covid-19 in Cina “sta per finire e non c’è stata una ripresa significativa dei casi durante le vacanze del Capodanno lunare”.

Lo riferisce nel suo ultimo bollettino settimanale il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc), in merito all’andamento della crisi emersa nel Paese dagli inizi di dicembre e dalla fine della strategia della ‘tolleranza zero’ al virus.

Inoltre, “non è rilevata alcuna nuova variante dopo il 12 dicembre” e “anche il numero di decessi e casi gravi è in calo”, ha riferito un funzionario del Cdc.

“Stiamo pensando di procrastinare per un pò” l’obbligo dei tamponi per i passeggeri cinesi in arrivo in Italia, che è in scadenza domani, “fino al 15 febbraio o a fine febbraio”. È quanto spiega il ministro della Salute, Orazio Schillaci. “Per un pò – aggiunge il ministro – vogliamo procrastinare questa misura per maggiore sicurezza anche se i dati Covid nell’ultima settimana sono scesi molto”.

Condividi su