Misure Anti-COVID rinforzate in Campania: tutte le novità

Attualmente, i dati relativi all’andamento del COVID-19 rimangono gestibili, con una leggera crescita nelle ospedalizzazioni ordinarie, ma fortunatamente nessun caso in terapia intensiva”, afferma Antonio Postiglione, direttore generale per la tutela della salute e coordinatore del sistema sanitario della Campania, nel contesto delle misure di prevenzione contro la possibile diffusione del virus.

“Abbiamo applicato tali precauzioni in maniera più incisiva rispetto alle direttive emanate in maggio e agosto per mantenere una prudenza costante”, spiega Postiglione.

In Campania, è stato reintrodotto l’obbligo di indossare mascherine protettive in tutti i reparti delle strutture ospedaliere, esteso sia al personale che ai pazienti e ai visitatori. I bambini al di sotto dei 6 anni e le persone con patologie o disabilità che impediscono l’uso della maschera sono esentati da questa regola. Inoltre, è richiesto il test diagnostico per il COVID-19 per chiunque entri nel pronto soccorso con febbre o sintomi respiratori. Tale obbligo si applica anche ai pazienti trasferiti dai pronto soccorso a reparti ospedalieri e ai parenti che visitano i pazienti. La mascherina protettiva è un requisito per il personale, i pazienti e i visitatori nelle strutture socio-sanitarie, socio-assistenziali, nelle strutture di lungodegenza, riabilitazione, residenze per anziani o persone non autosufficienti, nonché negli ambulatori e nelle aree assistenziali dei distretti sanitari di base