Scontri sugli spalti durante Napoli-Milan: girano i video dei cori e fumogeni

Lo scontro tra tifosi in occasione della partita Napoli-Milan del 27 ottobre ha scatenato polemiche e provocato una sospensione temporanea della partita. La tensione si è concentrata tra la Curva A del Napoli e il settore ospiti milanisti, dove i supporters delle due squadre sono entrati in conflitto.

Nel corso del primo tempo, si è assistito a un lancio massiccio di fumogeni e all’esplosione di petardi, tanto che l’arbitro Orsato è stato costretto a interrompere la partita per alcuni minuti. Nel frattempo, i sostenitori azzurri e rossoneri si sono scambiati cori provocatori che hanno portato a misure disciplinari da parte del giudice sportivo nei confronti delle società sportive coinvolte.

Le immagini degli scontri sono rapidamente circolate sui social media, attirando l’attenzione del deputato dell’Alleanza Verdi-Sinistra, Francesco Emilio Borrelli. Un video mostra un folto gruppo di ultras milanisti che intonano un coro oltraggioso contro i napoletani, definiti colerosi, mentre lanciano fumogeni. Questi incidenti, secondo Borrelli, trasformano momenti di sport in autentiche guerriglie urbane. Il deputato ha chiesto misure più severe per affrontare tali comportamenti, affermando che lo stadio dovrebbe essere un luogo per veri tifosi e famiglie, non per criminali e violenti.

La tensione tra le curve e gli incidenti che coinvolgono i tifosi rappresentano un problema ricorrente in Italia e richiedono un intervento deciso da parte delle autorità e delle società calcistiche per garantire che gli eventi sportivi rimangano una celebrazione dello sport e non sfocino in episodi di violenza.