Giugliano

Giugliano, accolto l’appello della polizia di Stato, rimossi gli alberi pericolosi di via Staffetta

di Stefano Andreone – Quando l’unione fa la forza i risultati arrivano sempre. Tra Giugliano ed il Lago Patria, zona costiera, vi è, o meglio, vi era una strada pericolosissima, via Staffetta.

Quel pezzo d’asfalto, purtroppo negli ultimi mesi ha fatto registrare la perdita di due vite umane, un agente della polizia di Stato Forestiero Gaetano di appena 46 anni ed un giovane militare della Nato. Motivo di tale pericolosità, la presenza di grandi alberi posti ai lati della strada. Grazie all’intervento alacre del dottor Giuliano Ciccarelli, rappresentante sindacale Mosap della polizia di Stato, che veemente ha sollevato la polemica, fino a farla giungere al neo consigliere rieletto Rosario Ragosta, quest’ultimo, sin da subito si è adoperato affinché, chi di dovere, rimuovesse solerte gli alberi più pericolosi, cosi che via Staffetta, non fosse più bollata come la strada della morte. Da illo tempore si richiedeva di intervenire per la sicurezza degli automobilisti su quel tratto di strada, la questione era diventata ormai annosa, ad oggi viene da dire meglio tardi che mai, questo anche a testimonianza dell’intesa e della sinergia tra rappresentati di polizia e rappresentanti delle istituzioni.

 

Condividi su