Casavatore Violenza Donne

Casavatore: Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: evento digitale, momento commemorativo e di sensibilizzazione

 

In occasione della ricorrenza della giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che ricade oggi 25 novembre, l’amministrazione civica di Casavatore ha promosso, su proposta dell’assessore alle Pari opportunità, Immacolata Calvano, alcuni momenti commemorativi e di sensibilizzazione della cittadinanza.

L’iniziativa si svilupperà, già da martedì alle ore 17, con un incontro seminario digitale dal tema “La violenza sulle donne: prevenzione e sensibilizzazione”, aperto dai saluti dell’assessore Calvano e del sindaco Vito Marino, al quale parteciperanno la psicoterapeuta e psicologa Laura De Martino, la vice preside dell’istituto scolastico comprensivo “Nicola Romeo”, Angelica Ruggiero, l’avvocato Anna D’Alisa, la presidente dell’associazione culturale “Clara Musae”, Vittoria Caso, e il praticante avvocato Javier Spagnuolo Vigorita. L’incontro sarà moderato dalla criminologa Angela Falco.

Mercoledì 25 novembre, invece, è prevista, presso i giardini del parco comunale sito in via N. Amore angolo via Vico, l’inaugurazione della “panchina rossa”, a simboleggiare, quale monito in favore di una cultura di parità, la violenza perpetrata nei confronti delle donne, nonché la piantumazione di un albero della specie Yucca denominato “tronchetto della felicità”. Nel parco sarà anche deposta, alla base del monumento rappresentante la maternità, una targa in ricordo di tutte le donne vittime di violenza Il programma mira a ”ricordare le tante donne picchiate o uccise in nome di un amore malato, a testimonianza dell’impegno e della solidarietà del comune di Casavatore verso tutte le vittime e per dire “No” alla violenza sulle donne”, ha scritto l’assessore Calvano nella proposta sottoposta alla giunta comunale.
La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, fissata al 25 novembre, è stata istituita dall’Assemblea delle Nazioni Unite con la risoluzione n. 54/134 del 17 dicembre 1999.

Condividi su