Casavatore Rapina Pizzeria

Casavatore: l’ipotesi inquietante, i banditi entrati in pizzeria per un’esecuzione

Continuano senza sosta le indagini dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli e con l’ausilio dei colleghi di Casoria e Casavatore per risalire ai due banditi che sabato sera hanno fatto irruzione nella pizzeria “Un posto al sole”.

Come riporta “Il Mattino” nelle ultime ore un’inquietante ipotesi si sta facendo largo. L’obiettivo dei malviventi forse non era la rapina ma un’esecuzione. Ad avvalorare questa ipotesi le armi usate dal duo criminale: un kalashnikov e un fucile a canne mozze. Armi pesanti non adatte ad un rapina. L’ipotesi inquietante è che la rapina in realtà fosse una spedizione di morte che non si è concretizzata perché l’obiettivo non sarebbe stato presente nel locale. Nel video della rapina si nota che i due malviventi per qualche decina di secondi girano come trottole nelle varie sale del ristorante, come se cercassero qualcuno o qualcosa. Così i due avrebbero convertito l’agguato in rapina.

I Militari indagano negli ambienti criminali intorno all’area nord, tra Scampia, Secondigliano, Arzano e Casavatore.

GROSSI ASSICURA E FINANZA

Condividi su