Napoli. Sui bus appaiono i cartelli antiborseggiatori

40 borseggiatori all’opera tutti i giorni. L’iniziativa promossa dagli autisti ANM è discutibile secondo Borrelli

Fa discutere, a Napoli, l’iniziativa dell’azienda di trasporto pubblico Anm di affiggere nei propri bus dei cartelli bilingue con i quali si avvisano i viaggiatori, in particolare i turisti, della possibile presenza di borseggiatori a bordo. A prendere per primi l’iniziativa sono stati gli autisti aderenti al sindacato Usb che hanno stampato e affisso un cartello con la scritta “Pericolo: borseggiatori al lavoro” in italiano e inglese. “Siamo stanchi di vedere questi brutti figuri all’opera sui nostri mezzi”, dice Adolfo Vallini, del sindacato Usb. “Sono sempre gli stessi, circa una quarantina – aggiunge – e mettono a segno i loro colpi sempre sulle linee più frequentate dai turisti”. Ed è proprio su quelle linee – 151, 140 e R2 – che si è concentrata l’attenzione dell’Anm. Per il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, la cosa “è discutibile“. “Sarebbe stato più utile – sottolinea in una nota – interagire e segnalare gli episodi specifici alle forze dell’ordine“.

banner880x149Diagnostica072016

Condividi su