San Gennaro ha fatto il “Miracolo”: il sangue si è sciolto stamane alle 10 e 38 minuti

Il cardinale Sepe: ” San Gennaro è patrono di tutta la Campania. Saluto perciò il grande presidente della Regione”. Ad Afragola si festeggia per il patrono della città, San Gennaro, anche se gli afragolesi sono più devoti di Sant’Antonio.

Si e’ ripetuto a Napoli il prodigio del miracolo di San Gennaro. L’annuncio della liquefazione del sangue, dato alle 10:38 dal card. Crescenzio Sepe, è stato accolto da un lungo applauso dei fedeli che affollano il Duomo di Napoli dalle prime ore della mattina. Il ripetersi del miracolo e’ letto come un buon auspicio per la città di Napoli e per l’intera regione Campania. Il miracolo avviene tre volte: il 19 settembre, nel giorno appunto di San Gennaro, nel sabato che precede la prima domenica di maggio e a dicembre. «Serve un visione complessiva e alta della città, pensando al suo futuro, oltre le emergenze». Lo ha detto il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, durante l’omelia per la festa del Santo patrono, San Gennaro, letta nel Duomo, di fronte alle massime autorità amministrative locali, dal presidente della Regione, De Luca, al sindaco di Napoli de Magistris. Rivolto a De Luca, il cardinale ha detto: «San Gennaro è patrono di tutta la Campania. Saluto perciò il grande presidente della Regione». De Luca, che da tre anni non si reca ai festeggiamenti per San Matteo a Salerno, ha sorriso seduto in chiesa. San Gennaro patrono di Afragola, anche se gli afragolesi sono più devoti a Santa Antonio. Gli afragolesi festeggiano in tono minore il loro patrono San Gennaro, scuole ed uffici pubblici chiusi, ma i grandi festeggiamenti sono riservati a Sant’Antonio e ad una delle più importanti basiliche italiane riservate al monaco francescano.

banner880x149Diagnostica072016

Condividi su