Crispano Sindaco Emiliano

Coronavirus, nuovi casi a Crispano: il 60% contagiato in un’azienda a Caivano

Salgono a tredici i contagi da Covid-19, e c’è anche un ragazzino di tredici anni. Poco fa gli aggiornamenti online del sindaco Michele Emiliano. Oggi ci sono 6 nuovi casi, ma il 60% è composto da persone che lavorano in un’azienda fuori Crispano, nella zona industriale di Caivano. Scrive Emiliano:

«Ora la notizia è che il 60% di questi contagi viene da un’azienda non di Crispano nella quale lavorano le persone trovate positive. Per questa ragione ho immediatamente messo in allarme l’unità di crisi covid della Regione Campania, attivando immediatamente i canali delle autorità sanitarie».

Tutti i casi sono asintomatici, nessuno è ospedalizzato e nessun caso grave. Il sindaco ha chiesto all’unità di crisi della Regione Campania ed all’ASL di attivarsi con provvedimenti restrittivi sull’azienda.

Continua il suo post: «Ritengo a questo punto doveroso mettere in moto uno screening sul territorio al fine di evitare che questa situazione si propaghi nella comunità». Il primo cittadino ha attivato in questi giorni controlli e misure di prevenzione più rigide. In primo luogo l’obbligo di mascherina h24, e la chiusura della villa comunale alle 20.00, luogo di ritrovo per famiglie e giovani fino a notte fonda, proprio per evitare assembramenti.

Condividi su