Vergogna a Napoli: Operatore sanitario preso a pugni in faccia dal papà di un paziente

Ennesima aggressione ai danni di un operatore socio sanitario del presidio ospedaliero materno-infantile della Annunziata, a Napoli.

Ieri, verso le 13.40 circa, denuncia l’associazione ‘Nessuno tocchi Ippocrate’, l’operatore sanitario è stato aggredito fisicamente con un pugno al naso.

L’attacco è avvenuto mentre l’operatore stava andando a ritirare i risultati degli esami diagnostici dei piccoli pazienti: un uomo di circa 30 anni gli ha sferrato un pugno al naso colpendolo in pieno volto. L’operatore, concentrato su altro, non è infatti riuscito a difendersi.

L’aggressore – riferisce l’associazione su Facebook – ha iniziato a urlare contro il sanitario affermando che suo figlio non stava bene e che la moglie lo aveva lasciato, poi è fuggito via per le scale. Immediatamente sono state allertate le forze dell’ordine e le guardie giurate, ma l’uomo è scappato e non è stato più rintracciato. Sono in corso accertamenti e ricerche. Si tratta della 44.esima aggressione avvenuta quest’anno.

Condividi su