Pomigliano D’Arco: Indagati 10 Manager di Leonardo per Tangenti

 

I militari del nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza  hanno acquisito nelle sedi di Leonardo, a Roma e a Pomigliano d’Arco (Napoli), documenti nell’ambito di una indagine del pm Gaetano Ruta per riciclaggio, reati fiscali e corruzione tra privati. Reato, quest’ultimo, di cui rispondono dieci manager del gruppo, che risulta parte offesa.

Nell’inchiesta, che riguarda in totale 14 persone fisiche e tre giuridiche, sono indagate anche Google Ireland e Google Payments. In particolare, quest’ultima piattaforma sarebbe stata utilizzata per eseguire le transazioni frutto della corruzione, impendendo l’identificazione di coloro che effettuavano i bonifici.

Secondo quanto ricostruito, una società italiana che si occupa di elettronica e hardware per il settore aerospaziale e militare avrebbe fatto la parte del corruttore nei confronti dei 10 manager di Leonardo. Si tratta della Transpart srl, parte di un di una holding specializzata nella distribuzione di componentistica e fornitrice del colosso italiano della difesa. Quattro i manager della ditta indagati per aver offerto “regalie e compensi” ai 10 dirigenti di Leonardo al fine di ottenere contratti. Il sistema utilizzato e ricostruito dai militari del Nucleo di polizia economico finanziaria di Milano era anche quello delle “consulenze fittizie”. In base alla ricostruzione investigativa, i fondi neri venivano ‘distratti’ dalle vere commesse pagate da Leonardo alla società e trasferiti nei paradisi fiscali, e così fatti sparire.

Condividi su