Best&Worst // Venduta una copia digitale di un Meme per 580.000 dollari

Best&Worst: il meglio e il peggio dal mondo.

Sembra assurdo, ma è accaduto per davvero: è stata venduta una copia digitale di un meme – nello specifico, Nyan Cat – per l’astronomica cifra di 580.000 dollari. 

Com’è possibile vendere una copia digitale di un meme? E come è possibile che un prodotto del genere abbia un valore così alto?

Meme

Nyan Cat, il meme. Una sua copia è stata venduta per 580.000 dollari

Nyan Cat

Nyan Cat è un famosissimo meme creato oramai dieci anni fa da Chris Torres.

Si tratta di una gif animata in 8 bit di un gattino con il corpo fatto di pop-tart (dei biscotti della Kellogg molto amati oltreoceano) che vola lasciando dietro di sé una scia d’arcobaleno. In una delle sue prime versioni è accompagnato da un motivetto musicale che ripete “Nyan! Nyan! Nyan!”, parola che prende spunto dall’onomatopeica giapponese “Nya” usata per indicare il miagolio di un gatto.

Si tratta indubbiamente di un tripudio di non-sense e tenerezza, combinazione di elementi che spesso riscuote un incredibile successo su internet e sui social network.

Nel corso degli anni Nyan Cat è stato protagonista di videogiochi e oggetto di merchandising – nessuno, però, avrebbe potuto immaginare che una sua copia digitale sarebbe stata venduta per ben 580.000 dollari.

Il florido mercato degli NFTs

Com’è possibile vendere una copia digitale di una gif?

E’ bene specificare che l’acquirente di questo intangibile oggetto da collezione non ha acquistato i diritti sull’immagine di Nyan Cat e nemmeno è autorizzato a riprodurlo in alcun modo. La copia digitale acquistata è, a tutti gli effetti, una riproduzione “certificata”, una replica originale di Nyan Cat. 

In questo periodo sta conoscendo una crescita rapida e florida il mercato di quelli che sono chiamati NFTs, ovvero nonfungibles tokens”, oggetti non fungibili, non intercambiabili. Coloro che acquistano queste “opere” comprano essenzialmente la certezza che quella specifica copia di una gif, di un meme, di un fenomeno di internet in generale sia autentica. 

Bitcoin e Blockchain

In generale, fino a pochissimo tempo fa, era essenzialmente impossibile certificare l’autenticità o il valore di un oggetto su internet – chiunque può copiare e replicare, condividere e far propria un’immagine o una gif. Era impossibile insomma identificare il singolo oggetto e certificare l’unicità della copia.

Adesso con la tecnologia Blockchain, associata all’uso di Bitcoin, le cose stanno cambiando.

La tecnologia Blockchain è definita come un registro digitale i cui elementi sono raggruppate in blocchi e concatenati in ordine cronologico. I dati Blockchain sono immutabili: anche se possono aumentare le loro dimensioni, anche se possono essere aggiunti elementi o voci, il loro ordine non è modificabile.

Questo consente agli acquirenti di NFTs di identificare l’autenticità delle opere digitali risalendo alla loro origine.

Che si tratti di immagini, di gif o di meme, adesso è possibile vendere e acquistare le loro versioni originali e “firmate”, che, proprio come un’opera d’arte fisica, possono arrivare valere cifre da capogiro. 

___

Continua a seguire il nostro sito e la pagina facebook di NaNoTV. Siamo anche su Instagram!

 

Condividi su